Il modello del teleriscaldamento

DSC_0005

Il Gruppo Egea ha avviato la propria attività nel settore del teleriscaldamento in tempi molto precoci, almeno nel contesto italiano, ed è stata la prima azienda ad attivare il servizio in realtà urbane medio piccole. Assai diffuso in America e in Europa centro settentrionale fin dalla metà del secolo scorso, il teleriscaldamento è stato introdotto in Italia solo alla fine degli anni Settanta. Il primo progetto di rilievo concretizzato fu quello di Brescia. La rete del Comune di Alba, la prima realizzata da Egea, fu avviata nel 1986.

Guardando oggi al panorama nazionale il Piemonte è, grazie anche ad Egea, la principale Regione in quanto a diffusione del teleriscaldamento; il servizio ha, comunque, ancora enormi potenzialità di espansione ed è sempre più sostenuto dalle Amministrazioni locali, che vedono in esso un efficace intervento anche sul fronte della riduzione dell’inquinamento atmosferico.

Abbiamo realizzato 15 impianti nelle province di Cuneo, Torino, Asti, Alessandria e Savona:

Inoltre, attraverso le centrali di cogenerazione, questo sistema sviluppa appieno i propri vantaggi energetici producendo, in modo combinato, energia elettrica (immessa nel circuito di vendita) e calore e recuperando a quel fine anche l’energia termica dispersa nel corso del processo. Nelle proprie centrali a cogenerazione Egea utilizza come combustibile il gas naturale o le biomasse vergini a filiera corta; sono attualmente allo studio progetti finalizzati all’alimentazione delle centrali attraverso geotermia e, più in generale, fonti rinnovabili.

Fotogallery