Energia e Ambiente: “Tecnologie globali per risposte locali” al centro del convegno di Egea e Confindustria

Alba, 9 aprile 2019

Le trasformazioni del settore energetico e le continue innovazioni nel settore tecnologico, che caratterizzano il nostro secolo, si accompagnano a una sempre più ampia e consapevole attenzione ai temi dell’energia e dell’ambiente.

I sistemi individuati a livello globale e l’accresciuta sensibilità ambientale collettiva devono, però, trovare un punto di incontro e di sintesi in declinazioni locali capaci di esprimere elevate competenze tecniche e, al tempo stesso, soluzioni a misura delle specificità dei singoli territori: soluzioni efficaci ed efficienti poiché individuate non solo sull’onda di una maggior attenzione al tema ambientale, ma attraverso l’applicazione di competenze tecniche elevate. Energia e ambiente hanno infatti una dimensione locale, dalla quale non si può prescindere, che consente di esprimere, anche e soprattutto attraverso azioni concrete e tecnologicamente avanzate, l’attenzione al benessere collettivo.

In questo contesto, l’azione congiunta e coordinata di diversi interlocutori, tutti, a pieno titolo coinvolti nello sviluppo dei territori (quindi soggetti pubblici, privati e del settore economico-produttivo) può risultare decisiva nella promozione di un modello di crescita reale e sostenibile.

Una simile crescita non può che innescare, oltre ad una rinnovata attenzione all’ambiente, un meccanismo virtuoso di sviluppo sia in termini di immissione di nuovi e consistenti investimenti sul territorio e di creazione di posti di lavoro qualificati.

Dai dibattiti e dalle riflessioni sempre più intense e diffuse su questi aspetti nasce il Convegno “Energia e ambiente, tecnologie globali per risposte locali”, promosso da EGEA, multiutility attiva nei settori dell’energia e dell’ambiente in tutta l’area della “provincia” italiana ed in particolare del Nord Ovest, e Confindustria Cuneo, con l’obiettivo di contribuire a un approfondimento trasversale coinvolgendo espressioni nazionali e locali del settore della ricerca, dell’imprenditoria, dell’economia. Il convegno si terrà giovedì 18 aprile, a partire dalle 16.30 presso il “Monastero di Cherasco-I Somaschi”.

“Questo convegno è l’ideale prosecuzione di un significativo momento di condivisione che fu “Verso la Smart-country” dell’autunno 2017, e, di fatto, costituisce la concreta evoluzione dei temi già allora sviluppati e condivisi. Un contesto ‘di territorio’ è in grado di promuovere iniziative di miglioramento del benessere sociale, che si aggiungono alle politiche centrali e ne amplificano l’impatto rendendone più agevole il perseguimento degli obiettivi e fungendo altresì da stimolo allo sviluppo economico locale e alla sua sostenibilità – commenta l’ing. PierPaolo Carini a.d. Egea – . Partendo dall’esperienza dell’area cuneese e del Nord Ovest in generale, il Convegno si prefigge di analizzare quanto di tutto ciò sia già in atto e quanto ancora si possa e si debba fare in questa direzione, consapevoli che una programmazione responsabile e condivisa può portare a un’azione sinergica a favore dell’ambiente che è, al tempo stesso, motore di sviluppo occupazionale, produttivo ed economico. In questo senso Egea, che da sempre ha fatto del contesto locale la propria dimensione di riferimento, può porsi, considerata anche la natura del proprio azionariato, come elemento di connessione tra le espressioni più significative del tessuto socio-imprenditoriale”.

Al centro dei lavori del convegno, condotti da autorevoli relatori, accanto all’analisi del contesto nazionale e internazionale sarà una tavola rotonda in cui convergeranno esperienze e applicazioni concrete messe in atto da imprese del territorio con i loro esempi virtuosi. 

 “Confindustria sostiene il ruolo delle imprese come innovatori sociali e propulsori del cambiamento orientato alla sostenibilità – evidenzia Mauro Gola presidente degli Industriali Cuneesi –. Le imprese rappresentano lo stakeholder trainante e, all’interno del territorio in cui operano, sono chiamate ad essere ambasciatrici di un nuovo modello di sviluppo, per contribuire a diffondere una cultura di promozione della sostenibilità ambientale e della responsabilità sociale d’impresa”.

 

Il Convegno si svolgerà giovedì 18 aprile a partire dalle ore 16,30 presso il Monastero di Cherasco – I Somaschi.

Dopo i saluti istituzionali di Mauro Gola, presidente Confindustria Cuneo e l’introduzione ai lavori di PierPaolo Carini, amministratore delegato Egea, si entrerà nel vivo del programma con gli interventi di Francesco Gullì, Università Bocconi e Consigliere di Gestione Egea, Maurizio Repetto, Dipartimento Energia “Galileo Ferraris” Politecnico di Torino, Roberto Ronco, direttore Governo, Tutela del Territorio, Ambiente della Regione Piemonte, Giuseppe Dasti, coordinatore Desk Energy Mediocredito Italiano-Gruppo Intesa Sanpaolo, Nicola Massaro, responsabile area tecnologie e qualità Ance. Seguirà la tavola rotonda con Giuseppe Zanca, direttore Egea, Paolo Merlo, amministratore delegato Merlo, Giuseppe Miroglio, vicepresidente Miroglio, Pierpaolo Stra, vicepresidente Banca d’Alba, Massimo Marengo, amministratore Delegato Albasolar, Angelo Robotto, direttore Arpa Piemonte, Sergio Sordo, presidente Ordine degli Ingegneri della provincia di Cuneo. Le conclusioni saranno affidate a Massimo Beccarello, responsabile Energia Confindustria. Roberto Giovannini, Direttore Tuttogreen de La Stampa modererà i lavori.

Archivio Eventi: