Il Gruppo EGEA continua la sua crescita verso il miliardo di fatturato e rafforza la presenza sul Territorio e nelle Province di tutta Italia

Alba, 6 ottobre 2020

Teatro Sociale-tricolore

Nel corso dell’Assemblea Soci, presentati il Bilancio d’Esercizio, il Bilancio Sociale 2019 e la Semestrale 2020 che conferma le linee guida del Piano Industriale 2020-25.

 Ampio risalto al tema del Valore Aggiunto e Valore Condiviso

 Continua la crescita di valore della multiservizi Pubblico-Privata, nata ad Alba ed allargatasi in tutta Italia attraverso un distintivo approccio “glocal”, con un focus sulle Province ed un forte attaccamento al Territorio e alle Comunità, sempre più nel segno dell’ambiente e dell’eco-sostenibilità.

Nel corso dell’Assemblea Soci del 6 Ottobre, sono stati illustrati i dati del Bilancio di Esercizio e Consolidato 2019. I diversi interventi susseguitisi sul palco hanno contribuito a sottolineare l’ottima performance del Gruppo nel 2019.  In particolar modo, il Valore della Produzione al 31 dicembre 2019 si avvicina al miliardo di euro, attestandosi a 984 milioni di euro, segnando così un +25% rispetto al 2018; a dare ulteriore peso a questi dati sono il valore dell’Ebitda, sostanzialmente stabile a 34 milioni di euro e l’Utile netto, in crescita dell’11% che sfiora i 6 milioni di euro.

Presentati anche i dati della Semestrale 2020; un’ulteriore prova dello stato di salute dell’Azienda, nonostante le difficoltà riscontrate a causa della pandemia da Covid-19.  I numeri del primo semestre 2020 dimostrano la forte resilienza del Gruppo di fronte a importanti discontinuità di mercato. I risultati della semestrale evidenziano infatti come a fronte di una fisiologica flessione dei ricavi primo semestre 2020 (-16% rispetto alla semestrale 2019) principalmente da correlare alla risposta alla pandemia Covid da parte dei mercati energetici, con forte riduzione prezzi e parallela riduzione consumi del mondo industriale, il valore della produzione si attesta intorno ai 430,2 Milioni di euro. Si confermano inoltre marginalità superiori a quelle raggiunte nello stesso periodo del 2019 con un EBITDA di semestrale 2020 pari a 18,4 milioni di euro (+19% rispetto alla semestrale 2019). Il 2020 è stato, e continua ad essere, un anno impegnativo. La crisi determinata dallo scoppio dell’epidemia di Coronavirus ha rappresentato un’occasione preziosa per osservare l’impegno in prima linea del Gruppo Egea a favore della Comunità e del Territorio.  Il Gruppo, confermando il suo forte attaccamento al Territorio, ha deciso, in questa difficile fase, di accrescere i propri sforzi, sia a livello operativo, garantendo la continuità dei propri servizi, sia a livello economico, finanziando iniziative per la collettività, per i soggetti più fragili e per le famiglie. La donazione di dispositivi di protezione individuale, i contributi alle politiche sociali del Comuni e, non ultima, la pronta ed adeguata protezione dei dipendenti durante e dopo il lockdown, sono solo alcuni degli interventi che hanno coinvolto il Gruppo e che, ancora una volta, testimoniano il profondo rapporto di connessione e sinergia con il Territorio.

La presentazione delle prospettive del Piano industriale 2020-2025 del Gruppo EGEA ha consentito di guardare al futuro con consapevolezza, ma al tempo stesso con ottimismo. Il Piano recepisce l’esigenza di perseguire una strategia che contribuisca, a partire dal Territorio, alla decarbonizzazione del Pianeta, prevedendo iniziative di sviluppo di impianti di generazione di energia da fonti rinnovabili, di produzione di biometano e l’espansione dei business dell’efficienza energetica e dell’illuminazione pubblica. La storica attività di teleriscaldamento del Gruppo è prevista in crescita, a partire dalla messa a regime del nuovo impianto di Alessandria; lo sviluppo e il consolidamento del business di vendita di energia elettrica e gas naturale che conta oggi circa 200 mila Clienti unitamente alla crescita esponenziale dell’attività di efficientamento energetico dovuta agli incentivi statali (vedi Ecobonus 110%) e su cui EGEA è fortemente impegnata, guiderà il Gruppo a un fatturato superiore al miliardo di euro entro il 2022. Digital Innovation e Partnership saranno due concetti che permeeranno il percorso di crescita, affermando e confermando la capacità di innovazione e di fare rete collaborando in sinergia con soggetti pubblici e privati a livello locale, nazionale e internazionale. Ingenti investimenti saranno mirati alla transizione energetica e alla valorizzazione delle competenze interne per cogliere le opportunità di sviluppo che si manifestano sul Territorio.

Tre sono gli obiettivi fondamentali del Piano, per i quali verrà investito dal Gruppo oltre mezzo miliardo di euro: entrare su nuovi Territori attraverso le attività di vendita di luce, gas e servizi energetici, con lo sviluppo degli sportelli sul Territorio, l’ampliamento della rete di agenti e investimenti in ambito IT, al fine di supportare la crescita del business Egea e di promuovere offerte sempre più diversificate e pensate appositamente per ogni singolo Cliente; il consolidamento nei business a rete, tramite un ambizioso programma di investimenti che supera i 250 milioni di euro per l’ammodernamento ed efficientamento delle reti e degli impianti già esistenti, la realizzazione del teleriscaldamento di Alessandria e l’ampliamento del perimetro di attività nella distribuzione gas; il protagonismo nelle iniziative dirette alla transizione energetica grazie ad un modello di crescita sostenibile, puntando su energie pulite che possano rendere la vita dei cittadini sempre più semplice, nel pieno rispetto del Territorio. Il Piano guarda a progetti che consentiranno a EGEA di acquisire concessioni tra i 10 e i 45 anni di durata, con una redditività in grado di dare ancor più sicurezza e prospettiva al Gruppo.

L’Assemblea dei Soci è stata anche l’occasione per illustrare i contenuti del Bilancio Sociale 2019, documento che mostra gli effetti dell’attività del Gruppo sul Territorio, rivelandone, ancora una volta, il profondo attaccamento e la sinergia con tutti gli attori locali siano essi i Comuni (circa 100 divenuti Soci nel tempo), le Associazioni di categoria, le Aziende (tra le quali moltissimi Soci che vanno dalle più grandi e prestigiose, alle medie, alle piccole, generalmente con la caratteristica comune di essere nate, cresciute e di vivere nel nostro Territorio ed estensivamente nel Nord Ovest e resto d’Italia), le Realtà Economiche e Finanziarie, le Scuole. A questo proposito, sono stati presentati i prospetti di produzione e di distribuzione del Valore Aggiunto, un indicatore che mette in collegamento i due Bilanci, Sociale e di Esercizio, definendo così in quale modo l’operato dell’Azienda produca una redistribuzione di ricchezza alle principali categorie di stakeholder. Il Valore Aggiunto distribuito sul territorio nel 2019 ha raggiunto i 48,8 milioni di euro.

Di particolare interesse risulta il legame tra Valore Aggiunto e Valore Condiviso, concetto utile per approfondire i collegamenti tra progresso sociale e economico. L’agire d’impresa va infatti inserito all’interno di un quadro di responsabilità globale per la salvaguardia e lo sviluppo mondiale, così come identificato all’interno dell’Agenda delle Nazioni Unite con i Sustainable Development Goals al 2030. A tale proposito EGEA ha già identificato 9 dei 17 grandi obiettivi di sviluppo sostenibile di carattere universale su cui impegnarsi nel tempo.

L’Assemblea del Gruppo EGEA si è tenuta alla presenza dei Soci Pubblici e Privati, espressioni delle Istituzione del Territorio, delle principali realtà Industriali, Economiche e Imprenditoriali del Nord Ovest e del Paese. Ad ospitare l’appuntamento annuale è stato il Teatro Sociale “Giorgio Busca” di Alba dove, per l’occasione, sono state aperte, in forma straordinaria e in contemporanea, la Sala Storica e la Sala Nuova, in modo da garantire le procedure anti covid e il necessario distanziamento. Molti inoltre gli ospiti che hanno seguito l’evento via rete in streaming.

Sul palco, a seguire i saluti Istituzionali di Carlo Bo, Sindaco di Alba e di Alberto Cirio, Governatore Regione Piemonte, si sono alternati PierPaolo Carini, Presidente del Comitato di Gestione e Ad di EGEA, Beppe Rossetto, Presidente del Consiglio di Sorveglianza e Guido Saracco, Presidente del Comitato Scientifico e Rettore Magnifico del Politecnico di Torino, oltre a rinomati manager e professionisti come Giacomo Chiavari, Direttore Energy Ernst & Young, Giuseppe Zanca e Valter Bruno, rispettivamente Direttore Operation e Direttore Amministrazione e Finanza di EGEA e Sandro Baraggioli, Presidente Confservizi.

PierPaolo Carini Amministratore Delegato di EGEA, in chiusura sottolinea alcuni concetti: “L’attuale momento di crisi sta ridando forte importanza alla presenza di strutture ed aziende dotate di forte di capacità operativa, occupazionale, di innovazione. In questo senso viene ancor più premiata l’attività di EGEA; albese, cuneese, del Nord Ovest e, ormai in tutta Italia. L’ampiamento e la crescita di EGEA traggono vigore nelle sue capacità ed anche dal sempre più cosciente riconoscimento che le viene attestato in tutte le sedi”.

Guarda la gallery dell'evento