Sessant’anni di storia e di identità nel tempo


Storia

1956-1999

1 Furgone EGEA SPA GAS DI ALBANel 1956 ad Alba nasce Egea (inizialmente acronimo di “Esercizio gas e affini” trasformato poi in “Ente gestione energia e ambiente”), azienda distributrice del gas per la città cuneese, ma è con l’arrivo dell’ingegner Emanuele Carini nel 1983 che la società inizia ad allargare la propria attività. La costituzione del Consorzio del Gas di Alba, Langhe e Roero per l’estensione della rete di distribuzione del metano, arrivando in dieci anni a servire quarantuno Comuni.
Nel 1986 la società mette le basi per il progetto che diventerà il fiore all’occhiello della propria attività, il teleriscaldamento della città di Alba. Negli anni successivi, con l’acquisizione di quote societarie in “Stirano”, “Tecnoedil” e la partnership con la “Comunità montana Alta Langa” (con la costituzione di “Alse”), Egea allarga ulteriormente la propria influenza sul territorio estendendo la propria attività ai settori del ciclo idrico e dei servizi ambientali.
Nel 1997 diventa una multiutility a capitale misto pubblico-privato, con l’acquisizione di quote societarie da parte dei Comuni cui Egea fornisce i servizi.

2000-2005

Copia di XJ7G5233Con la liberalizzazione del mercato energetico nazionale, Egea, attraverso “Egea commerciale”, diventa fornitore di luce e gas privilegiato prima del mondo industriale, poi delle piccole e medie imprese e, infine, delle utenze domestiche dell’area cuneese, estendendo via via la propria azione al Nord Ovest d’Italia.
Con l’aumento di capitale promosso nel 2003 la base azionaria si amplia, coinvolgendo nuovi Soci privati perlopiù provenienti dal mondo dell’imprenditoria albese.
Per il servizio di distribuzione gas Egea amplia i propri confini espandendosi fino alla Lombardia, con l’affidamento del servizio nei Comuni di Burago di Molgora, Casarile e Besana in Brianza. Di pari passo continuano gli investimenti nel settore dell’acqua, con l’installazione di un innovativo potabilizzatore presso l’impianto di Alba. Con l’acquisizione del 44% di “Alpi Acque”, Egea diventa partner industriale dei Comuni dell’area fossanese, saluzzese e saviglianese nella gestione del ciclo idrico integrato. Arriva a servire oltre 300.000 cittadini.
Attraverso “Alba power”, società costituita in partnership con Ferrero, si realizza un impianto di cogenerazione che provvede ai fabbisogni energetici dell’azienda dolciaria, produce energia elettrica per i clienti Egea e alimenta il teleriscaldamento cittadino. Con il progetto di teleriscaldamento di Ormea Egea declina in termini green la propria attività nel settore del teleriscaldamento, realizzando una centrale a legna vergine a filiera corta.

2006-2010

XJ7G5323Il core business di Egea continua a essere il teleriscaldamento; il Gruppo prosegue la propria espansione realizzando e gestendo centrali e reti a Fossano, Acqui Terme, Canale, Carmagnola, Piossasco e Cairo Montenotte. Viene realizzata inoltre una centrale di cogenerazione a Govone con il colosso tessile Miroglio.
Per quanto riguarda il mercato dell’energia, Egea diventa il primo operatore della “provincia” piemontese. In questi anni,attraverso “Ardea energia”, si iniziano a realizzare studi e progetti sulla generazione di energia elettrica da fonti rinnovabili in Piemonte. L’importanza riservata agli aspetti ambientali sarà la base per la realizzazione dei primi impianti fotovoltaici dell’azienda a Fossano, Torino, Valenza ed Enna in Sicilia. Vengono inoltre realizzati due impianti a biogas; il primo, ad Ozegna, è alimentato da reflui zootecnici bovini, suini ed avicoli e biomasse vegetali, il secondo, a Marene, alimentato da reflui bovini.
Con l’ulteriore aumento di capitale avviato nel 2007 entrano a far parte del Gruppo partner industriali e finanziari della “provincia” piemontese.

2011-2016

ITS_Savigliano_0092_TEC1_THYLIAEgea consolida la propria leadership nel settore del teleriscaldamento ampliando la propria attività anche a Nizza Monferrato, Bra ed Alessandria (quartiere Cristo) per un totale di quindici Comuni.
La multiutility entra nel mondo dell’illuminazione pubblica; dopo Savigliano, investimenti vengono effettuati nelle città di Acqui Terme ed Alba. Proprio ad Alba, Egea vince l’appalto per la riqualificazione energetica degli edifici comunali per nove anni.
Aumentano gli impianti a biogas, con la realizzazione di due nuove strutture a Vottignasco ed a Caluso. L’impianto a biogas di Ozegna, inoltre, dà vita ad un progetto di collaborazione con “Cnh industrial” per la produzione sostenibile di biometano per l’autotrazione. Viene realizzata la prima centrale idroelettrica dell’azienda, nel comune di Santa Vittoria d’Alba sul fiume Tanaro, a cura di “Tanaro Power”.
L’importanza con cui Egea guarda ai servizi ambientali è espressa attraverso l’acquisizione delle quote di maggioranza di “Sisea”, che consente di potenziare le opportunità nel settore offerte ai privati. Egea ottiene inoltre l’aggiudicazione del servizio di raccolta rifiuti nei comuni di Ospedaletti e Loano in Liguria e di Fano nelle Marche, oltre ad aggiudicarsi il bando per la città di Alba.
Sul piano commerciale sono anni importanti per Egea con il potenziamento della rete di sportelli rivolti al pubblico sul territorio, miglior biglietto da visita del proprio stile di vicinanza al cliente. Egea riceve la certificazione “Elite”, rilasciata da Borsa Italiana, prestigioso riconoscimento di eccellenza conferito in seguito a un qualificato percorso formativo.