80mila euro per l’assistenza scolastica

Alba, 17 novembre 2016 / Tag: contributi, scuole, sociale

conferenza-stampa-contributo-Egea-Assistenza-Scolastica_GDivino_1

In risposta alla crescente necessità da parte delle scuole di potenziare l’assistenza agli studenti con disabilità e alla luce della nota riduzione di risorse pubbliche assegnate per garantire questi interventi, il Comune di Alba potrà contare, per l’anno scolastico 2016-2017, su un contributo di 80 mila euro messo a disposizione dal Gruppo Egea.

La somma, che integra i fondi erogati dal Comune di Alba portando a 330 mila euro la cifra complessiva stanziata a favore delle scuole, consentirà di garantire l’assistenza all’autonomia di oltre settanta bambini con disabilità che frequentano le scuole materne, elementari e medie della città di Alba, con l’obiettivo anche di facilitarne l’inserimento.

Nello specifico, verranno assunti nuovi assistenti all’autonomia, con evidenti benefici occupazionali, i quali collaboreranno con i docenti curriculari e gli insegnanti di sostegno per facilitare la comunicazione dello studente e la sua attività di relazione, lo supporteranno durante le attività scolastiche, parteciperanno alla programmazione didattico-educativa e gestiranno le relazioni con gli operatori psico-socio-sanitari. Per supportare le attività degli assistenti all’autonomia, una parte del contributo verrà impiegata per acquistare sussidi didattici, in particolare libri a lettura facilitata per bambini ipovedenti.

Questi interventi, che pongono Alba tra le città più attente a livello regionale in tema di assistenza scolastica, assumono quindi una duplice rilevanza: da un lato, contribuiscono a dare continuità a un servizio sociale di fondamentale utilità per accompagnare il percorso d’istruzione di tanti alunni, in un momento in cui le risorse pubbliche riservate a queste attività sono sempre meno; dall’altro, rappresentano un’opportunità in chiave occupazionale, poiché, consentendo di aumentare il numero di ore destinate all’assistenza scolastica, richiedono l’impiego di più insegnanti e, quindi, l’occupazione di docenti che altrimenti sarebbero senza impiego.

Egea ha fatto degli interventi in campo sociale una priorità, consapevole che l’impegno in questo settore, pur se meno visibile, sia un modo per incidere in maniera positiva sul benessere collettivo. Bambini supportati oggi nell’affrontare le difficoltà di apprendimento sono adulti più integrati nella società di domani.

«Questo è uno dei servizi essenziali che siamo riusciti a mantenere negli ultimi anni  nonostante i pesanti tagli sui trasferimenti dallo Stato al Comune – spiegano il sindaco di Alba Maurizio Marello ed il vice sindaco ed assessore all’istruzione Elena Di LiddoCi siamo riusciti facendo delle scelte: dando priorità al settore socio-assistenziale dove abbiamo cercato di dirottare più risorse dell’Amministrazione e contemporaneamente cercando il supporto economico di aziende come Egea che ha accettato di dare un contributo dimostrando sensibilità verso questo settore sociale. Per l’assistenza all’autonomia scolastica dei bambini diversamente abili, il Comune spende 330 mila euro. Di questi 250 mila euro sono fondi comunali e altri 80 mila euro sono il contributo Egea. L’importo è utilizzato per pagare gli assistenti all’autonomia e per acquistare sussidi didattici ed altri ausili per bambini  diversamente abili».

Olindo Cervella, presidente del Consiglio di Sorveglianza del Gruppo Egea: «Il contributo non è un obbligo, ma una precisa scelta di Egea che conferma di avere un’elevata sensibilità nei confronti dell’assistenza scolastica e, in generale, delle attività che concorrono all’accrescimento del benessere collettivo. L’espansione territoriale e di attività ha consentito a Egea di continuare a investire nell’area di elezione ed è molto importante che questi 80 mila euro, unitamente alle risorse messe in campo con altri progetti, siano stati investiti nel sociale e per il futuro delle nuove generazioni. Quello tra la multiutility e il Comune di Alba si conferma dunque come un matrimonio felice, capace di apportare benefici ad entrambi i partner e di migliorare la qualità di vita degli albesi attraverso uno sviluppo sostenibile basato su servizi “su misura”, rispondenti alle esigenze concrete dei cittadini».

PierPaolo Carini, amministratore delegato del Gruppo Egea: «Lavoriamo ormai in tutta Italia, ma grazie a ciò possiamo mantenere le nostre radici sul territorio. Quello con il Comune di Alba non è solo un rapporto tra soci, ma una relazione arricchente che contribuisce a trasmettere all’esterno affidabilità e consente di offrire servizi efficienti. Nell’ambito di questo rapporto, si sviluppa l’iniziativa che ha portato a sostenere le scuole con tale contributo, molto importante perché mette al centro il bambino. L’istruzione albese è un’eccellenza che merita di essere sostenuta».

«Ringraziamo molto Egea e l’Amministrazione comunale per questo servizio di assistenza all’autonomia che è fondamentale nella scuola – ha dichiarato Bruno Bruna, dirigente scolastico dell’Istituto comprensivo Alba quartiere Moretta – Negli ultimi anni, la scuola ha investito sull’inclusione sociale che è la grande sfida di oggi. I problemi ci sono, la strada è un po’ più lunga ma il nostro obiettivo è consentire a tutti di raggiungere dei traguardi una volta impensabili. Oggi ci sono assistenti all’autonomia preparati che fanno con coscienza il proprio dovere affiancando un corpo docente competente e che ha passione».

Durante la conferenza stampa organizzata giovedì 17 novembre in Municipio, ad Alba, è intervenuto anche il presidente del Consorzio socio-assistenziale Alba Langhe Roero Pier Giuseppe Cencio.

Archivio News:

Filtra per Tag: