Alba sceglie l’illuminazione a led

Alba, 14 marzo 2015 / Tag: illuminazione pubblica

IMG_1259

Si è tenuta venerdì 13 marzo l’inaugurazione del primo tratto del nuovo impianto di illuminazione pubblica a led, presso il cavalcavia ferroviario di via Luigi Einaudi ad Alba, il cui bando era stato lanciato nel 2014 per  ridurre i consumi energetici e contemporaneamente l’impatto ambientale dell’inquinamento luminoso attraverso la rifunzionalizzazione e  l’ottimizzazione degli impianti di illuminazione cittadina.

L’obiettivo è rendere la città di Alba più luminosa migliorando la sicurezza degli abitanti, diminuendo contemporaneamente gli sprechi di consumo energetico e le emissioni di CO2 in atmosfera, con una riduzione di circa 1.430 tonnellate all’anno in meno.

Il tutto per un investimento di 2 milioni e 350 mila euro totalmente a carico dell’appaltatore, il raggruppamento Egea Produzioni e Teleriscaldamento i – Iren Servizi e Innovazione che recupererà gli importi spesi attraverso il risparmio energetico ottenuto dagli interventi di efficientamento realizzati dallo stesso. Il contratto durerà vent’anni e prevede la sostituzione di circa 5.670 punti luce, di cui 1.080 apparecchi di arredo con altrettanti nuovi moduli a LED altamente performanti e dotati di sistema di regolazione di flusso tele-gestibile in grado di modulare l’emissione luminosa adeguandola alle  reali esigenze della città.

«In questi giorni – ha spiegato il Sindaco Maurizio Marellosono stati installati i primi impianti al led e danno già l’idea di come la città si trasformerà nei prossimi anni. Questo progetto è partito due anni fa con uno studio importante, poi l’anno scorso abbiamo lanciato un bando che prevede la sostituzione di quasi tutti i punti luce della città. È un’esperienza innovativa. La spesa per questi investimenti è a carico del raggruppamento che si occuperà degli interventi e della manutenzione ordinaria e straordinaria mentre il Comune di Alba pagherà un canone annuo per il servizio. Su questo cavalcavia che era notoriamente buio, cambiando le luci si è ottenuta una luminosità migliore ed omogenea. I lavori proseguiranno e dureranno un anno».

«Con questo intervento  - ha   dichiarato l’Assessore ai Lavori pubblici Alberto Gatto – avremo una consistente riduzione delle emissioni di CO2, un miglior flusso luminoso ed un minor inquinamento luminoso. Grazie alla tecnologia led le strade saranno maggiormente illuminate e quindi più sicure. Inoltre questi punti luce saranno tutti telecontrollati da un software che regolerà la luminosità a seconda delle diverse esigenze. Nell’ottica di Alba Smart city è un passo importante che facciamo come amministrazione».

«Stiamo parlando di un intervento che riguarderà quasi il 95 % dei punti luce della città – ha spiegato Gianluca Riu, Direttore Impianti energetici Gruppo Egeaimplicando una riqualificazione di tipo elettrico, meccanico e strutturale. Quello dell’illuminazione di Alba è un progetto che ci sta particolarmente a cuore: del resto Alba è il nostro punto di riferimento e vetrina delle nostre iniziative d’eccellenza. Progetti di questo tipo sono già stati avviati dal Gruppo Egea in città come Savigliano e Acqui Terme e in paesi di dimensioni anche più piccole; essi costituiscono elemento portante della nuova linea di business attivata dal Gruppo e dedicata all’efficientemento energetico».

«Come presidente di Consiglio di sorveglianza di Egea - ha dichiarato Fulvio Baratella - sono contento di questa collaborazione fattiva e sempre più intensa tra la nostra multiutility e la città, ma sono altrettanto contento come albese, perché questo progetto costituisce un elemento importante di sviluppo per questa città, che ne accresce il livello di sicurezza e la qualità della vita».

Archivio News:

Filtra per Tag: