Attenzione ai contratti troppo facili

Alba, 29 maggio 2014 / Tag: sportello, truffe

locandina_truffe

Azione congiunta di Comitato difesa consumatori e Gruppo Egea

«I comportamenti scorretti ormai diffusi alterano il libero mercato: danneggiano doppiamente il consumatore, vanificando gli aspetti positivi e maggiormente tutelanti della concorrenza che anzi si  ritorcono contro il cliente come un’arma a doppio taglio. Insomma, oltre al danno la beffa». É questa l’amara considerazione di Ferruccio Fontana, presidente della sezione albese del “Comitato difesa consumatori” a fronte dell’ennesimo moltiplicarsi di spiacevoli episodi di truffe, contratti estorti, acquisti non necessari verificatisi negli ultimi giorni su tutto il territorio cuneese ad opera di sedicenti “qualificati incaricati” o “esperti del settore”. Il mercato energetico (vendita di energia elettrica e gas) è senza dubbio tra i più colpiti dal fenomeno, non è il solo.

L’obiettivo è sempre unico: carpire una firma per siglare il passaggio dell’utente a un nuovo fornitore di luce e gas. A volte il proposito è dichiarato: iniziano i giri di parole, le divagazioni, nei migliori dei casi l’esposizione di informazioni non sufficientemente dettagliate o veritiere, le promesse di sconti mirabolanti. Et voilà il gioco è fatto: il cliente cambia in maniera più o meno consapevole il proprio fornitore di riferimento salvo trovarsi poi a dover fare i conti con risponditori telefonici automatici, agenti che spariscono in un nulla, bollette esorbitanti e così via. In altri casi l’obiettivo è in parte camuffato. La firma si chiede (e purtroppo si ottiene spesso) per certificare un non meglio precisato e comunque non necessario controllo sul contatore o sulla qualità dell’acqua o su modulistica che, a dire del venditore, è una semplice richiesta di informazioni. Ancora una volta il cambio di fornitore di luce e gas è avvenuto senza che il cliente ne fosse pienamente e correttamente informato. Infine ci sono le truffe vere e proprie.

Ancora una volta il “Comitato difesa consumatori” sezione di Alba e il Gruppo Egea si alleano per promuovere sul territorio un’informazione consapevole e per prevenire i rischi connessi alla concorrenza a volte sleale mettendosi a disposizione dei cittadini, ciascuno in base alle proprie competenze e funzioni, per fornire assistenza, spiegare il funzionamento del libero mercato, aiutare a districarsi tra le offerte commerciali proposte. Ricordano inoltre che è bene diffidare di sconti mirabolanti, di offerte frettolose e molto, troppo convenienti, perché spesso proposte di questo tipo si rivelano truffaldine. Infine, ribadiscono di prestare particolare attenzione nell’apporre firme e nel fornire bollette e documenti di identità.

Per il Gruppo Egea a parlare è Sebastiano Contegiacomo, direttore affari generali della multiutility: «Poiché molti clienti si recano presso i nostri sportelli per lamentare truffe e raggiri, abbiamo provveduto a presentare un esposto ai Carabinieri per informare le Forze dell’ordine su quanto sta avvenendo sul territorio e per sottolineare che spesso, impropriamente, truffatori e venditori fin troppo disinibiti, utilizzano il nome di Egea o delle società del Gruppo».

Tutti i tecnici del Gruppo Egea sono muniti di apposito tesserino di riconoscimento ed utilizzano automezzi aziendali, caratterizzati dai loghi identificativi della multiutility. I commerciali di Egea non effettuano vendite porta a porta e si recano presso le abitazioni dei clienti solo su appuntamento. Per maggior sicurezza è possibile chiedere informazioni circa l’effettiva appartenenza al Gruppo Egea dei tecnici o dei commerciali che si presentano come dipendenti di Egea contattando il call-center del Gruppo al numero 0173-441155 o recandosi presso gli sportelli del Gruppo.

Egea: consulta l’elenco dei nostri sportelli

Comitato difesa consumatori

Alba, piazza Risorgimento, 1; tel. 0173-364689

Orari sportello aperto al pubblico: martedì 14-18; mercoledì, giovedì e sabato 8,30-12

Per approfondire

Archivio News:

Filtra per Tag: